Lettori fissi

venerdì 8 marzo 2013

Red passion

Il Rosso è uno dei tre colori primari, è il colore più stimolante e coinvolgente di tutto lo spettro.
Rosso è il colore che indica il calore, attira l'attenzione, è il colore del fuoco.
 Esprime slancio, velocità, potere e gioia ma anche pericolo e passione.
 È un colore eccitante perché stimola il sistema nervoso centrale 
aumentando il battito cardiaco e la pressione.   
  Dal punto di vista nutrizionale la frutta e la verdura di colore rosso si distinguono, innanzitutto,
per le loro importanti proprietà antiossidanti e per la capacità di prevenire tumori e patologie cardiovascolari, proteggendo anche il tessuto epiteliale.
Il licopene, contenuto soprattutto nel pomodoro e nell’anguria, combatte i tumori al seno e alle ovaie nelle donne e quello alla prostata negli uomini.
 Le antocianine ed i carotenoidi, di cui sono particolarmente ricche arance rosse, fragole e ciliegie, sono un ottimo coadiuvante nella cura delle patologie dei vasi sanguigni e/o fragilità capillare,
 prevengono l’aterosclerosi dovuta agli alti livelli del colesterolo e potenziano la vista.
Gli alimenti rossi, inoltre, sono i più ricchi di vitamina C: favoriscono la produzione di collagene, mantengono integri i vasi sanguigni, stimolano le difese immunitarie e la cicatrizzazione delle ferite. La vitamina C è anche uno dei principali responsabili del buon assorbimento del Ferro contenuto in frutta e verdura.


Alcuni tipi diFrutta e verdura rossa sono: arance sanguinelle, melograno, fragole, ribes, amarene, ciliegie, barbabietole, pomodoro, radicchio rosso, crescione, rapanelli, peperoncino, cipolla rossa,  patata rossa.
Quindi perchè non  fare una bella scorpacciata di alimenti ?
A scuola ho fatto preparare dei menù a base di questo colore ai miei allievi, tra i migliori vi posto quello di Sarti Giacomo, aspirante chef.
Cosa ne pensate?


 (dosi per 6 persone)

MENU’ A BASE DI FRUTTA E VERDURA ROSSA
ANTIPASTO:
CARNE SALADA CON JULIENNE DI PEPERONI E SCAGLIE
DI PARMIGIANO REGGIANO DOP
Ingredienti:
Carne salada  1kg
Peperoni rossi  3
Parmigiano Reggiano DOP  qb
Olio  qb
Sale  qb
Pepe  qb
Procedimento:
Tagliare delle fettine sottili di Carne Salada e disporle su un piatto.
 Condire con olio, sale e pepe. Tagliare a julienne sottili i peperoni, ben lavati, e disporli sulla carne salada. Scagliare il Parmiggiano Reggiano DOP e disporre anch’esse sulla carne salada.
Servire la Carne Salada fredda.

PRIMO PIATTO:
PAPPARDELLE AL POMODORO, BASILICO, PUNTE DI ASPARAGI E PARMIGIANO REGGIANO DOP
Ingredienti:
Pappardelle di pasta fresca all’uovo  480 g
Pomodori ben maturi  900g
Basilico  7 foglie
Asparagi  30
Parmigiano Reggiano DOP  qb
Olio  qb
Sale  qb
Procedimento:
Sbollentare i pomodori in acqua bollente. Scolare e pelare.
Passarli con sale e olio e il basilico tritato.
Tagliare le punte di asparagi e sbollentarle in acqua bollente.
Cuocere le pappardelle in acqua bollente salata e scolarle nel saltiere,
 aggiungere il pomodoro passato, olio e le punte di asparagi.
 Saltare bene e servire il piatto bellente con una grattuggiata di Parmigiano Reggiano DOP.

 SECONDO PIATTO:
FILETTINO DI MANZO ALLA GRIGLIA CON SALSA ALLE CILIEGIE
AROMATIZZATA AL CALVADOS
Ingredienti:
Filetto di manzo  3 filetti
Scalogno  3
Cilegie “Fabbri” 450 g
Calvados  2 bicchieri
Olio  qb
Sale  qb
Pepe  qb
Procedimento:
Soffriggere lo scalogno con un po’ di olio e aggiungere le cilege “Fabbri” con 4 chucchiai di sugo di ciliegie. Intanto cuocere al sangue i tre filetti, conditi con sale e pepe, sulla griglia e poi mettere i filetti nella padella con le ciliegie e lasciar andare a fuoco lento. Dopo 2-3 minuti sfumare con il Calvados, lasciar evaporare l’alcool e impiattare; aggiungere sui filetti un po’ di sugo di cottura.

DESSERT:
MOUSSE DI MELOGRANO CON AMARETTI
Ingredienti:
2 melagrane
400 g d iricotta
50 g di zucchero
3 cucchiai di kirsch (acquavite di ciliegie)
un pizzico di vaniglina
2 albumi
12 foglioline di menta fresca
Procedimento:
Sbucciate le melagrane e sgranatele, togliendo con attenzione la pellicina gialla. Raccogliete i chicchi in una ciotola e profumateli con il kirsch. Mettete nel mixer la ricotta, lo  zucchero e un pizzico di vanillina: frullate fino a ottenere una crema omogenea. Trasferite la crema ottenuta in una grande ciotola e mescolatevi meta dei chicchi di melagrana. Montate a neve ferma gli albumi e uniteli, poco alla volta, alla ricotta fino a ottenere un composto soffice e omogeneo.
Distribuite la mousse in una coppa di vetro, cospargete con i chicchi di melagrano tenuti da parte e decorate, a piacere, con le foglioline di menta lavate.
Tenete in frigo fino al momento di portare in tavola.
Non ci rimane che dire: buon appetito!!!!

mercoledì 13 febbraio 2013

Dubai

Quando uno dice di essere stato a Dubai tutti pensano al lusso, al petrolio e al Burj al arab...


Sinceramente la città non offre molto oltre che grandi alberghi e costruzioni moderne, 
in effetti Dubai è una città in costruzione e relativamente nuova.
Quindi se pensate di andare lì e trovare una particolare atmosfera, cambiate meta.
A chi invece posso consigliarla?
A tutti coloro che lavorano nel mondo del turismo e della ristorazione e
 quelli che ovviamente amano il lusso e un trattamento oltre le aspettative.
Da questo punto di vista Dubai è una città grandiosa tutto è enfatizzato all'ennesima potenza.
Gli Arabi sono amanti del bello ne hanno fatto quasi un culto  
e sono famosi in tutto il mondo per questo.
Anche io in effetti mi ci trovo proprio a mio agio e lavorando nel settore della ristorazione presto particolare attenzione a questi dettagli.
Noi abbiamo soggiornato all'Atlantis il fantastico hotel che si trova in una delle isole a forma di palma.


Che dire è un albergo maestoso, appena ci entri lascia senza fiato e sembra di entrare in un mondo di principi quasi da fiaba.
Oltre all'accuratezza in ogni minimo dettaglio, abbiamo trovato una scelta culinaria eccezionale, 
in cuor mio credo che in nessun altro posto troverò quello che ho visto li.
Non ricordo precisamente il numero di ristoranti bar e lounge bar presenti nell'albergo, 
ma voglio farvene vedere alcuni che sono rimasti nei nostri pensieri.
Le cose che abbiamo visto in questi famosi ristoranti ci hanno fatto capire l'amore che gli Arabi hanno per la buona tavola..insomma direi che è una cosa che ci accomuna no?

Ristorante Nobu




 Chiaramente le porzioni dei piatti erano molto ridotte.. maggiore è il prezzo minore è la porzione!!!
Ma il nostro ristorante preferito e assolutamente da consigliare è Saffron, come descrivervelo: 
un ristorante con tanti ristoranti all'interno, veramente enorme dove cucinano tutto a vista, cosa assolutamente gradita e dove si possono trovare praticamente tutti i tipi di cucina, dalla Mediterranea, all'Indiana, Cinese, Giapponese, Araba...ma soprattutto un mare di dolci...









....e tutto a buffet!!!
Come dico sempre ai miei allievi della scuola alberghiera andare in questi alberghi serve ad ampliare le nostre vedute culinarie e questo non può portare altro che creare una cucina divina!!!

mercoledì 23 gennaio 2013

Zucchero di canna


Sapete quante varietà di zucchero si possono produrre da questa canna  ?


Nella fantastica Mauritius ben 15!!
 Come faccio a saperlo? 
Chiaramente quando siamo stati là abbiamo visitato la vecchia fabbrica, per la gioia di Emiliano che anche durante le vacanze deve sorbirsi queste gite.


La cosa particolare è che ognuno di questi tipi di zucchero ha una consistenza e sapore differente ed è indicato per preparazioni diverse.
Li abbiamo assaggiati tutti e ovviamente acquistati nei diversi formati per distribuirli ad amici e parenti.
Qui in Italia tutte queste varietà non arrivano, forse solo il Demerara e il Dark Muscovado, che è quello marrone scuro con una consistenza appiccicaticcia e umida dall'intenso sapore tipo di miele.
Quindi il consiglio che posso darvi è di passare nei pressi di Mauritius e andare a fare una bella "Aventure du SUCRE".
Bon voyage!!


lunedì 14 gennaio 2013

Voglia di Giappone

Di solito succede questo: all'improvviso nella mia testa si accende un segnalatore luminoso che mi indica la nuova meta da raggiungere. Credo di non essere io a sceglierla ma è lei che mi chiama, come se desiderasse la mia presenza...(non sono matta, se vi fosse venuto il dubbio).
Succede che, dopo aver ricevuto questa ispirazione accendo la televisione e vedo programmi che parlano del posto, trovo articoli di giornale, blog specializzati, insomma mi si apre un mondo, a voi non è mai successa una cosa del genere, o devo iniziare a preoccuparmi seriamente?
Comunque sia, inizio le mie ricerche e i miei studi, scelgo la compagnia aerea, le città da visitare gli alberghi, tutto ciò che comprende l'organizzazione di una fantastica vacanza.
L'anno scorso proprio in questo periodo mi è successo tutto questo con il Giappone: una terra ricca di mistero, spiritualità, tecnologia, vita...
Tra le mie ricerche ho anche scoperto che l'isola di Okinawa possiede il segreto della lunga vita, lo sapevate?
Il loro segreto? Dieta, ambiente e ottimismo, certo chi non starebbe bene con queste premesse?


Utilizzano il cibo come medicina, in particolare consumano frutta, verdura, pesce, prodotti a base di soia e una particolare alga della varietà Kombu, che pare abbia virtù miracolose nella prevenzione di tante malattie.


Tutto ciò però in quantità ridotte!!!! che scoperta, no?
Comunque, tornando a noi, dopo aver deciso quasi ogni cosa è sorto un grosso problema: la paura di essere contagiati dalle radiazioni. Colleghi e amici hanno iniziato a sconsigliarci questa fantastica meta e alla fine abbiamo dovuto cambiarla, con la consapevolezza di non sapere se potremmo mai soddisfare questa "voglia di Giappone".
Una cosa però, il Giappone me l'ha regalata: mi ha fatto conoscere uno scrittore di Kyoto, Murakami Haruki e i suoi tre libri 1Q84. Le recensioni sono state spettacolari, ve ne cito alcune: 
"Corriere della Sera"
"Al caos e alla futilità del mondo Murakami trova un antidoto teneramente antiquato: l'amore" 
"Daily Telegraph"
" I romanzi di Murakami resistono a ogni definizione: sembrano vivere di vita propria"
"San Francisco Chronicle"
"Avviso ai nuovi lettori di  Murakami: creano dipendenza".


Io ho appena iniziato il libro 3 e ne sono entusiasta quindi ve lo consiglio vivamente: 
 buona lettura a tutti!!!



martedì 8 gennaio 2013

Singapore Sling

Una visita nella fantastica Singapore deve anche comprendere una sosta 
all' hotel diventato monumento nazionale, il Raffles Hotel. Costruito in perfetto stile coloniale, prende il nome da Sir Stamford Raffles, fondatore della moderna Singapore.


All'interno di questo storico e lussuoso hotel, troverete il Long Bar, arredato ispirandosi alle piantagioni Malesi. Qui nel lontano 1915 il barman Ngiam Tong Boon creò un celebre cocktail il Singapore Sling  come lui disse un Ladies' drink, un Cocktail per le donne dai colori femminili e il suo test vivace ma discreto.


per chi volesse provare a farlo la ricetta dovrebbe essere questa:
 
3 cl. Gin

1,5 cl. liquore alla ciliegia

0,75 cl. Cointreau

0,75 cl. Bénédictine

12 cl. succo di ananas

1,5 cl. succo di lime

1 cl. sciroppo di granatina

1 spruzzata di Angostura

Il singapore Sling è un cocktail mondiale e della categoria long drink,

shakerare con ghiaccio tutti gli
 
ingredienti, filtrare il contenuto in un bicchiere highball,
 
guarnire con fetta d'ananas e ciliegina.
 
Comunque provarlo nel bar originale "non ha prezzo"...!!

lunedì 7 gennaio 2013

What do you prefer?


Oggi le mie alunne mi hanno chiesto quale tra i posti visitati è il mio preferito.
La risposta è veramente difficile, come si fà a scegliere tra un mare stupendo


città cosmopolite ricche di colori e di profumi


natura sfavillante


alberghi lussuosi 


e cibi goduriosi??

....proprio non si può scegliere quindi mi toccherà continuare a cercare la risposta!!!
Voi cosa ne pensate?

lunedì 31 dicembre 2012

Il meglio durante il volo





La eleggo migliore compagnia aerea, almeno per noi.
Abbiamo prenotato direttamente dal loro sito, scelto i pasti serviti durante il volo e i posti a sedere.
Dovete sapere che per noi è sempre un dramma trovare i posti adeguati alle gambe di mio marito, in questi casi ho capito che, essere alti, è un po una sfortuna, io invece questo problema proprio non ce l'ho!!!.
Normalmente, quando non possiamo scegliergli in anticipo, arriviamo in aeroporto circa 6/7 ore prima della partenza prevista, per poter essere tra i primi all'apertura del check in.
Appena arriva l'addetta mi scapicollo allo sportello per chiedere le sedute dall'uscita di sicurezza, perché non avendo nessuno davanti il mio "nanetto" riesce a stare seduto comodamente.
Nel caso della Singapore airlines ovviamente tutti questi problemi non ci sono stati.
Il personale è gentilissimo, appena saliti sull'aereo ci hanno dato delle salviette calde per pulirci le mani come usa in diversi luoghi in Oriente.
La cosa più strana, però, è stato vederci consegnare dei calzettoni di lana da indossare durante il volo e spazzolino e dentifricio...nulla da paragonare con servizi di altre compagnie aeree dove ormai devi pagare anche l'acqua che ti servono.
Ogni poltrona ha a disposizione uno schermo, dove sono caricati tantissimi film e giochi in diverse lingue così da rendere il volo ancora più piacevole.


Durante il volo di rientro da Bali, non avendo più voglia di mangiare riso speziato, abbiamo rifiutato il pasto, non potrete crederci, ma le hostess si sono preoccupate tutte e ci hanno portato una barretta di Toblerone...mai successa una cosa così...!!
Ho anche letto che lo chef Cracco è diventato nuovo membro dell' International Culinary Panel della Singapore airlines, per portare uno stile italiano creativo e distintivo e per migliorare l'offerta culinaria in volo.
Quindi per tutti questi motivi ci sentiamo di consigliarla vivamente soprattutto se dovete affrontare viaggi lunghi!!!